Ti informiamo che il nostro sito utilizza i cookies per il normale svolgimento dei nostri servizi. Usando i nostri servizi, accetti l'uso di cookies. Clicca per saperne di più sui cookie.
14 anni

Come è il lavoro dell'Agente di commercio?

Cercolavoro.com
Trova il tuo Talento adesso!

Come è il lavoro dell'Agente di commercio?

Come è il lavoro dell'Agente di commercio?

15-4-2009 | Categoria: FAQ Professioni

L'agente di commercio è colui che si impegna, stabilmente ed in maniera autonoma (aprendosi quindi una partita iva ed iscrivendosi all'apposito albo professionale), come intermediario tra l'azienda ed il cliente avendo per obiettivo la conclusione dei contratti commerciali in nome e per conto dell'azienda che rappresenta.
Gli agenti di commercio si distinguono tra agenti monomandatari, che rappresentano una sola azienda ed agenti plurimandatari che invece rappresentano più aziende. Possiamo quindi definire i primi quasi come dipendenti dell'azienda mentre i secondi si avvicinano di più alla figura di imprenditori commerciali.
L'agente generalmente è vincolato a svolgere il suo mandato su una precisa area geografica.
L'azienda retribuisce l'agente di commercio utilizzando una politica provvigionale in base al fatturato che riesce a produrre, anche se alcune volte tra azienda ed agente si stabilisce che una parte della sua retribuzione sia fissa ed una parte sia variabile.
Oggi in Italia vediamo un proliferare di queste figure perché per le aziende gli agenti hanno dei costi di gestione più bassi rispetto ad un dipendente e comunque proporzionali al fatturato.

Nessun commento presente


Scrivi un commento


(La tua email non verrà visualizzata sul sito)
(descrizione breve del commento)